sabato 26 maggio 2018

Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa - video della tavola rotonda del GdN


Video-registrazione della tavola rotonda di venerdì 25 maggio del gruppo di ricerca in neurobioetica (GdN) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA) di Roma intitolata: Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa. Il GdN ha dedicato il 2017/2018 agli aspetti neurobioetici relativi all'anastomosi cefalo somatica promossa dal neurochirurgo torinese Sergio Canavero attraverso la linea di ricerca quinquennale sul transumanesimo e con l'apertura del PrimoCorso di Perfezionamento in Neurobioetica in collaborazione con la Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e l'Istituto Scienza e Fede.

mercoledì 23 maggio 2018

Il diritto si interfaccia con l'idea del trapianto di testa

ATENEO PONTIFICIO REGINA APOSTOLORUM
ISTITUTO DI BIOETICA E DIRITTI UMANI
in collaborazione con l’ISTITUTO DI SCIENZA E FEDE
NEUROBIOETICA E TRANSUMANISMO - I edizione 2017-2018

TAVOLA-ROTONDA
‘IL DIRITTO SI INTERFACCIA CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’


25 maggio 2018, 17-19:00, aula Tesi (1° piano)
Ateneo Pontifico Regina Apostolorum - via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma

Programma

lunedì 7 maggio 2018

La teologia si confronta con l’idea del trapianto di testa. Report della tavola rotonda


di Giulia Bovassi. Abstract. Quale lettura può offrire la teologia delle sollecitazioni provenienti dal transumanesimo? Cosa ancora si potrà dire sull’uomo rivolto a Dio, proteso alla ricerca spirituale e che tipo di visione manterrà o plasmerà di sé? Sono solo alcuni degli interrogativi emersi durante il pomeriggio di venerdì 20 aprile grazie agli interventi delle professoresse Giorgia Salatiello e Suor Daniela Del Gaudio.

«Una rivoluzione spirituale pazzesca» e un puro agire «tecnico», sarebbero tra i punti maggiormente sottolineati dal neurochirurgo al centro del dibattito proposto dal Corso di perfezionamento in neurobioetica, “Neurobioetica e transumanismo”, la cui prima edizione ha preso spunto esattamente dagli scenari al margine del fantascientifico (divenuto, per certi aspetti, prossimo alla realtà) del movimento Trans e Post-umanista, cornice di quanto il dott. Sergio Canavero adduce rimarcando la possibilità di un trapianto di testa su esseri umani, possibilità ad oggi bloccata dalla precauzione e dalla responsabilità etica. 

venerdì 20 aprile 2018

Oggi pomeriggio all'APRA: la teologia si confronta con l'idea del trapianto di testa

ISTITUTO DI BIOETICA E DIRITTI UMANI
in collaborazione con l’ISTITUTO DI SCIENZA E FEDE
NEUROBIOETICA E TRANSUMANISMO - I edizione 2017-2018

LE NEUROSCIENZE CHE AMANO LA PERSONA UMANA



TAVOLA-ROTONDA
‘L’ANTROPOLOGIA TEOLOGICA SI CONFRONTA CON L’IDEA DEL TRAPIANTO DI TESTA’
20 APRILE 2018, 17-19:00, aula TESI (1° piano)
via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma

Cinema e cervello. La mia esperienza dibattendo con Sergio Canavero

Alberto Carrara. Lunedì scorso 9 aprile alle ore 20 a Milano, presso il Cinema Spazio Oberdan, nell'iniziativa Cinema e Cervello organizzata dall'amica Viviana Kasam, presidente del BrainForum, mi sono confrontato piacevolmente con Sergio Canavero, il guru mondiale dell’anastomosi cefalo-somatica nell'essere umano, idea frankensteiana nota anche come ‘trapianto di testa’, o meglio, trapianto dell'82% del corpo (la testa, infatti, in media costituisce l’8% del peso di un essere vivente umano). Ecco una prima breve sintesi del dibattito Canavero-Carrara. Continua a leggere cliccando qui

Settimana Mondiale del Cervello 2018, due interviste al prof. Carrara

Neuroseminar: NeuroBioEthics. BAW2018 event In occasione della settimana mondiale del cervello che vede tra gli organizzatori l’Irccs Neuromed di Pozzilli, l’importante seminario del Professor Padre Alberto Carrara, coordinatore del GdN, centrato sulla Neuroetica. Ecco l'intervista TV al neurobioeticista italiano. 


Settimana mondiale del cervello. Si è conclusa domenica 18 marzo la #brainawarenessweek 2018 (12-18 marzo) promossa in tutto il mondo dalla The Dana Foundation. Una bella maratona per la consapevolezza sul cervello e la ricerca neuroscientifica al servizio dello sviluppo integrale della persona umana. Ecco la seconda intervista realizzata da Alessandro Aita di Appia Polis al prof. Carrara presso il polo Neurobiotech di Caserta, centro d'eccellenza per la medicina personalizzata.

mercoledì 7 marzo 2018

Il GdN organizza eventi per un'intera Settimana Mondiale del Cervello

Il Gruppo di ricerca interdisciplinare in Neurobioetica (GdN) dell'Ateneo Pontificio Regina Apostolorum di Roma (Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani ed Istituto Scienza e Fede) in collaborazione con importanti e prestigiose istituzioni accademiche e di ricerca, organizza per la prossima settimana, dal 12 al 18 marzo, eventi per l'intera Brain Awareness Week 2018 promossa in tutto il mondo dalla DANA Foundation.
La Settimana Mondiale del Cervello è un appuntamento a cui il GdN non manca sin dal 2012. Da 7 anni, dalla coscienza, alla neuro-economia, dalla memoria e Alzheimer al neuro-diritto, dalla neuroestetica ai 15 anni della nascita 'canonica' della Neuro-Ethics (13-14 maggio 2002), quest'anno 2018, il Gruppo di ricerca in Neurobioetica diretto dal prof. P. Alberto Carrara, presenta alla comunità italiana un'intera settimana di eventi tra Pozzilli, Caserta, Roma e Milano. In collaborazione con: l'Università Europea di Roma (UER), partner privilegiato del GdN; la S.I.S.P.I., Scuola Internazionale di Specializzazione con la Procedura Immaginativa; NCL, Neurological Center of Latium; eNEUROMED, I.R.C.C.S. Istituto Neurologico Mediterraneo, il GdN è lieto di presentare i seguenti eventi. 

domenica 4 marzo 2018

Psicoterapie a confronto con l’idea del trapianto di testa - report UNESCO BioChair

di Giulia Bovassi (UNESCO Chair in Bioethics and Human Rights). Abstract. Abilità chirurgiche raffinate e destrezza umana, sono caratteri pienamente manifesti in operazioni tanto complesse quali i trapianti d'organo, interventi difficili e grande risorsa terapeutica. Ma come porsi dinanzi alla possibilità di un trapianto di testa (o di corpo) mantenendo al centro la persona-paziente? Quali rischi derivano dalle scienze psicologiche? Grazie alla loro professionalità e all'ausilio di casi già noti in letteratura, diversi esperti hanno aiutato a far luce sulle plausibili conseguenze dal punto di vista della psicoterapia.

L'evento, interno al Corso di Perfezionamento in Neurobioetica, ha ospitato tre grandi scuole di psicoterapia e cinque professionisti del settore, insieme per un momento interattivo di scambio vicendevole e approfondimento formativo sul tema-guida del Corso, il cosiddetto “trapianto di testa” nell'essere umano. L'incontro, coordinato dal Prof. Alberto Carrara e introdotto dalla dott.ssa Maria Luisa Pulito, membro del GdN, medico psichiatra e neurobioeticista, è stata una densa articolazione delle prospettive psicologiche la cui valenza imprescindibile per una corretta disamina del progetto chirurgico in questione. 

martedì 6 febbraio 2018

Ipnosi e ipnoterapia cognitiva. L’esperienza ipnotica in psicoterapia e in ambito palliativo

Comunicato stampa. Roma, 6 febbraio 2018. Il Gruppo Interdisciplinare di Ricerca in Neurobioetica (GdN) dell’Ateneo Pontificio Regina Apostolorum (APRA), in collaborazione con la Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani e con l’Istituto di Scienza e Fede, insieme alla Scuola Quadriennale di Specializzazionein ‘Ipnoterapia Cognitiva’ (cod. MIUR n. 243) presenta a Roma venerdì 9 febbraio ore 17:00 la tavola-rotonda Ipnosi e ipnoterapia cognitiva. L’esperienza ipnotica in psicoterapia e in ambito palliativo. Importanti studiosi e ricercatori si confronteranno su due fronti. Dopo i saluti delle Autorità Accademiche e la presentazione e moderazione del Coordinatore del GdN, Prof. P. Alberto Carrara, L.C., la prima parte della tavola-rotonda si centrerà sugli aspetti dell’esperienza ipnotica in psicoterapia. Ad intervenire saranno il dott. Patrizio Borella, Presidente del Centro Studi di Psicologia Clinica che presenterà la Scuola Quadriennale di Specializzazione in ‘Ipnoterapia Cognitiva’ (cod. MIUR n. 243) di Firenze e, a seguirlo, il dott. Costantino Casilli, Direttore scientifico della Scuola Quadriennale di Specializzazione in ‘Ipnoterapia Cognitiva’ con un ampio intervento dal titolo ‘I significati personali delle esperienze ipnotiche in psicoterapia’. Se vi sarà un volontario tra il pubblico in sede, il dott. Casilli avrà il piacere di simulare una sessione ipnotica.
La seconda parte della tavola-rotonda interdisciplinare approfondirà l’esperienza ipnotica in ambito palliativo. Interverrà l’esperta internazionale, la dott.ssa Maria Paola Brugnoli, MD, PhD, medico anestesista-rianimatore, palliativista e con dottorato in neuroscienze, membro del GdN e coordinatrice del Sottogruppo di ricerca GdN sulla Coscienza. La sua relazione, intitolata ‘Aspetti neuroscientifici, clinici e spirituali dell’ipnosi nelle Cure Palliative’, viene preceduta a pochi giorni dalla tavola-rotonda, dalla pubblicazione dell’ultimo numero monografico della prestigiosa rivista APM, Annals of Palliative Medicine, indicizzata su PubMed, curato come Guest Editor dalla stessa dott.ssa Brugnoli ed intitolato: ClinicalHypnosis in Palliative Medicine.
In occasione della tavola-rotonda, saranno presentati i seguenti volumi dei relatori: L'esperienza ipnotica in psicoterapia. Manuale pratico di ipnoterapia cognitiva, Costantino Casilli, Editore: Alpes Italia, Collana: Psiche e dintorni (2017); Angelico e Maria Paola Brugnoli (2016). I sentieri spirituali nelle cure palliative: manuale pratico di rilassamento, auto-ipnosi e meditazione. Gabrielli Editori, Verona; Maria Paola Brugnoli (2014) Clinical Hypnosis in Pain Therapy and Palliative Care: A Handbook of Techniques for Improving the Patient’s Physical and Psychological Well-Being. Charles C. Thomas Publisher, IL, USA; Maria Paola Brugnoli, Angelico Brugnoli, Luca Recchia (2016) A New Classification of the Modified States of Consciousness. A peer-reviewed, referenced resource. LAP LAMBERT Academic Publishing.

Info e contatti: venerdì 9 febbraio 2018, 17:00-19:00 - AULA MASTER (1° piano) ATENEO PONTIFICIO REGINA APOSTOLORUM, Via degli Aldobrandeschi, 190 – 00163 Roma.

Diretta streaming cliccando qui.

martedì 30 gennaio 2018

Il GdN nella top 10 dei gruppi di ricerca più attivi secondo Springer

Da pochi mesi è uscita la versione cartacea del volume Debates About Neuroethics. Perspectives on Its Development, Focus, and Future, curato da Eric Racine e John Aspler e pubblicato nella sezione Neurology della prestigiosa casa editrice Springer. Il testo segue una tripartizione: la prima sezione, intitolata Development and History of Neuroethics, raccoglie 5 contributi sulla nascita, sviluppo ed evoluzione della neuroetica; la sezione seconda, Focus, Theories, and Methodologies in Neuroethics, conta altri 5 scritti su settori specializzati e sulla metodologia propria di questo 'nuovo' settore del sapere, campo interdisciplinare, congiuntura storica dello sviluppo e dell'integrazione tra neuroscienze e altre discipline, specie umanistiche; l'ultima, e terza sezione, somma 7 capitoli sotto il titolo di The Future of Research Programs, Training, and International Neuroethics.

Proprio all'interno di quest'ultima sezione, Ralf J. Jox e Sabine Müller, che intitolano il loro contributo del capitolo 15 Neuroethics Research in Europe, collocano in tabella 15.1 di pagina 218, tra le 10 realtà maggiormente significative nel panorama dei blog di ricerca in neuroetica, proprio il GdN, 'Gruppo di neurobioetica: Le neuroscienze che amano l'uomo'. 

Un riconoscimento importante che il coordinatore del gruppo interdisciplinare italiano Prof. P. Alberto Carrara e tutti i 316 membri e collaboratori ringraziano. Il GdN è ospitato e patrocinato, come scrivono sul volume della Springer, all'interno della Cattedra UNESCO in Bioetica e Diritti Umani di Roma.

lunedì 29 gennaio 2018

Neurobioetica: formazione e ricerca


Video-registrazione del primo seminario del nuovo anno 2018 di formazione e ricerca in neurobioetica del gruppo interdisciplinare italiano. Venerdì 26 gennaio dalle 17 alle 19:20 si è ripercorso il cammino intrapreso a settembre 2017 che quest'anno vede i ricercatori e i 27 studenti del primo corso di perfezionamento in neurobioetica affrontare le "sfide" etico-anmtropologiche, teologiche, sociali, legali,... dell'idea del trapianto di testa nell'essere umano. 

domenica 24 dicembre 2017

Un sereno Natale e un nuovo anno 2018 ricco di speranza e pace

Carissimi amici, cari membri del Gruppo di ricerca in Neurobioetica (GdN), carissimi studenti del corso di perfezionamento ‘Neurobioetica e Transumanesimo’, buona giornata. Vorrei augurare a voi e alle vostre famiglie un sereno e santo Natale e un nuovo anno 2018 ricco di speranza e pace.
Vi allego un testo di San Giovanni Paolo II che mi ha sempre ispirato: si tratta del discorso che fece il 17 novembre 1990 in occasione della V conferenza internazionale sul tema ‘La mente umana’ promossa dal Pontificio Consiglio della pastorale per gli operatori sanitari. Riprendo alcuni passaggi chiave che sento si riferiscano a ciascuno di noi come ricercatori del GdN, come amici e collaboratori, come studenti e docenti coinvolti nella riflessione interdisciplinare della neurobioetica:

martedì 19 dicembre 2017

La psichiatria si interfaccia con l’idea del trapianto di testa


APRA, 14 dicembre (10-12:00). Tavola-rotonda del GdN e quarta lezione del 1° corso di perfezionamento ‘Neurobioetica e Transumanesimo’ 2017/2018 intitolata ‘La psichiatria si interfaccia con l’idea del trapianto di testa’. Sono intervenuti gli psichiatri Donatella Marazziti e Armando Piccinni in un colloquio molto ben riuscito, dinamico ed avvincente.